I 6 passaggi per aprire con successo un’impresa (😀 con pochi soldi)

Hai un pò di soldi e vorresti avviare un progetto remunerativo? 6 step per evitare gli errori classici che commette chi vuole aprire un’impresa con pochi soldi.

Secondo la mia esperienza, gli step per aprire delle attività con pochi soldi sono principalmente 6 (daremo un’occhiata più ampia ad ognuno di questi all’interno dell’articolo):

  1. Trova idee etiche ed innovative su cui investire e scegline 1
  2. Trova dei soci operativi capaci di far fruttare il tuo denaro
  3. Controlla che (almeno) i numeri stiano in piedi
  4. Crea un prototipo di business (la versione più basilare possibile)
  5. Punta ad ottenere i primissimi risultati prima di ieri
  6. Reinvesti gli utili finché non si va a regime

Per ogni step che andrò ad introdurre metterò a tua disposizione ulteriori risorse ed articoli del blog di approfondimento e con i quali aumentarai la tua conoscenza dei singoli temi.

Introduzione

Il goal ⚽️ di questo articolo è quello di offrire dei consigli su come muoverti per creare un’attività, anche con pochi soldi.

In questo post pertanto desidero offrirti quella che secondo me è la procedura step-by-step più sensata su come creare un’impresa che sia adatti alla quantità di denaro che hai da parte, e che hai intenzione di far fruttare investendo in un progetto redditizio. Entriamo subito nel vivo…

1) Trova idee etiche ed innovative su cui investire e scegline 1

Immagino che, per quanto pochi soldi tu abbia intenzione di investire, il tuo obiettivo possa essere quello non di investire nel primo progetto che capita, ma di farlo in un’idea 💡 che sia al tempo stesso etica ed innovativa: probabilmente dunque anche tu vuoi stare lontano dalle classiche vecchie idee (ormai obsolete) di business.

Immagino tu possa immaginare quanto possa costare aprire un’impresa classica come può essere un tabaccaio, un ristorante o un piccolo negozio 😰. Per questo ci tengo a sottolineare quanto sia importante prestare particolare attenzione al mondo online, nel quale potresti avere più facilità nel trovare un progetto sul quale investire, anche con una piccola quantità di denaro risparmiato.

A parità di investimento, nell’online ci sono buone probabilità di avere un ritorno sull’investimento nettamente superiore.

Ho parlato più approfonditamente di come muoverti, dove trovare idee di business innovativi su cui investire ed alla portata delle tue tasche e, soprattutto, di come selezionare il business che merita il tuo denaro in questo mio ulteriore articolo, nel quale, tra l’altro, ti spiego l’importanza del prendere in considerazione diversi progetti prima di investire e non uno solo.

Se sei nella fase in cui non hai ancora individuato l’idea giusta su cui investire ti consiglio vivamente di leggerlo 😀👍 QUI.

2) Trova dei soci operativi capaci di far fruttare il tuo denaro

Il tempo è denaro: sono sicuro che questa legge tu la conosca bene. Anche se inizialmente potresti voler occuparti personalmente di tutte le faccende che riguardano l’impresa, ti consiglio di pensare a un’piano B poichè fare tutto da soli, specialmente quando i budget sono risicati, potrebbe risultare non solo molto faticoso ma addirittura snervante.

L’ideale perciò, soprattutto all’inizio, sarebbe quello di avere una persona al proprio fianco con la quale suddividere il lavoro. Il consiglio che desidero offrirti quando intendi avviare un’attività con pochi soldi, è dunque quello di trovare un socio operativo, un braccio destro fidato, competente, determinato.

Se quattro mani e quattro occhi si occupano di un progetto, questo verrà sicuramente portato avanti potenzialmente in maniera più veloce ed efficace. Meno tempo perso, meno soldi spesi per avviarlo.

Ma come si trova un socio operativo serio, fidato, affidabile e professionale e, soprattutto, quanto tempo ci vuole??

Anche per questo punto 2. ho preparato una risorsa per te: l’articolo che ho scritto qualche tempo fa intitolato “Dove trovare socio operativo (cucito su misura per te)” in cui, tra l’altro, ti segnalo quello che, a mio parere, è il portale che meglio ti permette di trovare il socio operativo in maniera rapida, anche grazie alla sua efficace organizzazione. In questo articolo ne ho scritto una recensione completa nella quale ti spiego come sfruttarlo al meglio e soprattutto quali step seguire per la ricerca del socio ideale.

Approfitto anche per dirti che, in quest’altro articolo 😉, ti offro una serie di suggerimenti sul come tenere alla larga i soci operativi che potrebbero invece farti perdere tempo prezioso e sudati risparmi: inutile dire che si tratta di un’altra risorsa altamente consigliata.

3) Controlla che (almeno) i numeri stiano in piedi

Questo è sicuramente uno dei punti più importanti di tutto il progetto: il business plan. Il piano del progetto sul quale vorresti investire il tuo denaro è la base di tutto.

Il business plan è documento programmatico e strategico che gioca ruoli diversi e fondamentali nella buona riuscita di un’operazione come quella che stai ipotizzando, specie se i budget sono risicati, perchè:

▶️ Fornisce una strategia chiara
▶️ Permette di identificare i punti di forza e di debolezza del progetto
▶️ Determina dei punti di riferimento e delle tappe per l’attuazione del progetto
▶️ Fornisce le basi per la struttura finanziaria del business

Per questo motivo è veramente importante concentrarti nella creazione di un business plan o, se il business plan è già stato realizzato dal socio operativo, di valutarne con estrema cura ed attenzione ogni dettaglio prima di investire.

Un consiglio che vorrei darti, mentre ti approcci al business plan, è quello di mantenere i piedi per terra. Essere cauti e realisti sono le migliori premesse in questo caso. È di vitale importanza infatti capire se il progetto su cui intendi investire sia realistico e, soprattutto, poter valutare  dei numeri, dei dati concreti sui quali questo possa reggersi in piedi.

Non voglio dilungarmi troppo in questa sede perché anche di questo argomento ne ho parlato in maniera molto più dettagliata: in questo articolo ti spiego, in generale, come capire un business plan di un progetto su cui intendi investire, mentre in quest’altro quali sono i 50 step per una corretta valutazione di questo tipo di documenti.

😀 Inutile dire che sono entrambe risorse gratuite ed ampiamente consigliate qualora tu ti stia accingendo ad investire in una società, per quanto piccola possa essere.

4) Crea un prototipo di business (la versione più basilare possibile)

Come abbiamo visto negli articoli che ti ho menzionato sopra, il business plan è fondamentale per indirizzare i primi passi, specialmente nelle prime fasi dell’investimento. Il progetto può risultare perfetto nella mente di una persona ma il passo successivo è quello di trasformarlo in realtà. Per fare questo è necessario investire il proprio denaro nella maniera corretta e non alla… “cavolo via!”😅.

Il modo migliore per farlo è quello di seguire un progetto: avere una scaletta, dei punti di riferimento e una classifica di quelli che sono gli ingranaggi più importanti dell’attività e sui quali investire il proprio denaro.

L’obiettivo iniziale è quello di dare una forma il più basilare possibile all’attività. Ricorderai che Roma non è stata costruita in un giorno solo… Avrai presumibilmente bisogno di tempo per raggiungere il risultato finale dei tuoi sogni: un’impresa etica ed innovativa che ti permetta di guadagnare anche cifre importanti.

Dunque, qual è il primo passo? Forse mettere l’intero ammontare dei tuoi risparmi nelle mani di un socio operativo conosciuto online? Direi di no… forse sarebbe meglio andare per gradi, per passi, ed il primo passo in questo caso è costruire un prototipo del tuo business: la versione più economica e meno elaborata possibile del business che hai in mente.

E’ un pò come voler costruire una macchina da corsa: prima di aggiungere carene, accessori ed optional è meglio fare una prova in pista con un telaio, 4 gomme, volante, freni e motore… Vabbè, magari la metafora non è delle migliori ma spero tu abbia intuito cosa intendo..  Per dirla al contrario: come sarebbe scoprire che il business che hai ideato non può funzionare appena dopo aver ultimato l’ultimo ritocco? Non sarebbe meglio scoprirlo prima? Insomma.. cerca di prototipare e di raccogliere dati prima di aprire il gas ed il portafogli.

ESEMPIO PRATICO 💻: intendi sviluppare e vendere un software? Prepara intanto una pagina di vendita, compra degli annunci su FB ed effettua qualche vendita di prova per constatare che il modello di business stia in piedi: rimborsa immediatamente gli acquisti e ringrazie il potenziale cliente che si è prestato da cavia inconsapevole con un omaggio (anche digitale al caso). Nessuno se la prenderà più di tanto se non ruberai i loro soldi… Ma se il sistema dimostra di essere in grado di stare in piedi allora, a quel punto, hai una macchina da corsa a cui mancano solo carrozzeria e optional: investi e completa tutti i tasselli che compongono il business e parti sul serio! (e senza aver rischiato tutto fin dall’inizio).

I primi investimenti sono infatti i passi più importanti di tutto il progetto. Investire seguendo uno schema progettato al meglio delle proprie possibilità, oltre a poter conferire la prima forma all’impresa, ti permetterà di percorrere con determinazione ed ottimismo la strada per raggiungere il tuo obiettivo: avviare un piccolo business di successo con pochi soldi.

5) Punta ad ottenere risultati prima di ieri

Visto che la quantità di denaro in gioco non è gigantesca, sono convinto che l’ultima cosa che vorrai è quella di accumulare debiti. Per questo, come già accennato sopra, è fondamentale investire i primi soldi nella maniera corretta.

E la maniera corretta è: mai investire e lasciare passare i mesi.

Crea il prototipo e parti immediatamente e se i risultati arrivano muoviti avanti attraverso gli step del business plan! Uno dei miei autori preferiti, Joe Vitale, ama spesso ripetere “L’universo ama la velocità!”. Ti è stato data un’idea di business, un pò di soldi con cui farla partire, uno o più soci operativi in gamba…

Sprecare tempo sarebbe un’insulto alla provvidenza dunque, agisci rapidamente o il fuoco per il progetto 🔥🔥🔥 si spegnerà senza vedere risultati immediati e correrai il rischio di aver semplicemente buttato via il tuo tempo ed una cospiqua parte del tuo denaro così faticosamente messo da parte negli ultimi anni.

E’ davvero importante perciò non lasciare trascorrere molto tempo tra l’inizio dei lavori ed i primi risultati: non si tratta di iniziare a rientrare il prima possibile delle spese: si tratta invece di constatare, con mano, che l’intero processo di acquisizione clienti e l’idea di business stiano in piedi.

Solo in questo modo hai maggiori probabilità di ottenere i primi risultati nel minor tempo possibile. Ogni giorno avresti una marcia in più, inizieresti la giornata in maniera positiva e tutto ciò ti permetterebbe di prendere le decisioni migliori per il tuo business e superare gli ostacoli con lo spirito giusto.

6) Reinvesti gli utili finché non si va a regime

Questo è uno dei miei temi preferiti in assoluto, ovvero cosa fare degli utili. Se il desiderio iniziale, giustamente, è quello di avere il segno più a bilancio, un grosso quesito nasce nella testa di ogni investitore per quanto riguarda la gestione degli utili.

Il suggerimento che vorrei darti è quello che di reinvestire tutti gli utili fino a quando il progetto non inizia a funzionare a pieno regime.

Perché ti dico questo? Perché questa è l’unica strada per il successo di un business a basso budget. Reinvestire gli utili nel progetto stesso permette all’attività di continuare a crescere, di rafforzare le basi e muoversi più velocemente e non morire di stenti.

È come una persona che, per tutta la vita, indipendentemente dai risultati che ha ottenuto continua a formarsi📈. Inoltre, non sai esattamente quali saranno le sfide dovrà affrontare la tua impresa un domani: il modo migliore per arrivarci pronto è quello di investire in lei costantemente.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine dell’articolo. Se mi hai seguito fino a qui significa che hai la stoffa per creare un’impresa anche partendo con solo una piccola somma di denaro.

Se riuscirai a seguire gli step che ti ho consigliato e combinare le informazioni che offro gratuitamente i questo sito avrai davvero buone probabilità di riuscire a dare vita alla tua impresa, indipendentemente dalla quantità di denaro che a tua disposizione.

Come avrai compreso, è necessaria una buona dose di conoscenza e la capacità di prendere le decisioni giuste nei momenti più opportuni. Con i consigli messi a disposizione in queste pagine, spesso frutto di studio ed esperienza di persone estremamente più avanti di me nel business che ho avuto modo di conoscere o di studiare, avrai più probabilità di superare gli ostacoli che troverai in questo percorso.

Condividi questo sito