Stufo di lavorare😤? Ecco come crearti il pre-pensionamento (fai-da-te)

C’è 1 sola ragione se ti sei rotto di lavorare e non vedi l’ora di “andartene a quel paese” ma non l’hai già fatto: non hai ancora letto questa pagina. Leggila adesso!

In molti si chiedono se sia davvero possibile a 40 anni vivere di rendita, a 50 anni o, comunque, se sia realistico poter andare in pensione prima di quanto previsto dall’INPS. La risposta, che non mi stancherò mai di strillare ai quattro venti, è:

Certo, è possibile vivere di rendita aspettando la pensione se hai questi 3 requisiti:

  • Un capitale di partenza di almeno 5.000/20.000 €
  • Un sistema (semplice ed efficace) per trasformarli AUTOMATICAMENTE in almeno 1.000 € al mese
  • La determinazione a mettere in pratica il sistema

Ora, mentre il capitale di partenza e la determinazione sono fattori personali che riguardano esclusivamente te, la tua storia e le tue attitudini, ciò che può fare davvero la differenza è il sistema in grado di trasformare il tuo capitale di partenza in una rendita automatica costante nei prossimi anni.

Il problema delle rendite passive pubblicizzate online

Esistono nel web molti miei colleghi youtuber e bloggher che parlano di mirabolanti sistemi per andare in pensione da giovani con una rendita cospicua e costante ma, per quanto ho avuto modo di sapere da altri, vedere con i miei occhi e sperimentare sulla mia pelle, la maggior parte di questi sistemi risentono di almeno uno o due di questi 5 problemi fondamentali:

  1. Sono complicati: per crearsi una rendita sembra che bisogna diventare degli ingegneri di qualche specialità tecno/capitalistica e poi, forse, i risultati verranno
  2. Sono incerti: nella maggior parte dei casi, il rischio è quello di gettare alle ortiche il denaro che faticosamente hai messo da parte negli ultimi anni di lavoro
  3. NON sono etici: nella maggior parte dei casi, per vivere felicemente di rendita, saresti chiamato a derogare al pensiero che il tuo investimento possa nuocere a qualcuno. Sono davvero pochi i sistemi etici in grado realmente i garantirti una rendita.
  4. Non funzionano: nella maggior parte dei casi chi ti parla di rendite passive lo fa per venderti dei prodotti informativi sull’argomento e, il suo guadagno, consiste proprio in quelle vendite, e non deriva dalle rendite passive del proprio investimento (altrimenti potrebbe insegnarti queste informazioni anche gratis, proprio come sto facendo io in queste pagine)
  5. Necessitano di ingenti capitali per poter funzionare: mai nessuno che ti proponga un sistema realistico in grado di funzionare in maniera proporzionale in base al tuo capitale di partenza (se hai poco, la rendita sarà bassa, se il capitale iniziale è alto anche la rendita sarà molto alta). No, tutti a caccia dei grandi investitori e nessuno che pensa alla gente normale. Mah…

In questo sito, nei mesi scorsi, abbiamo esaminato e preso in seria considerazione decine e decine di differenti tipi di investimenti e il 99% di questi (dal Forex alle Crypto, dalle azioni agli investimenti immobiliari, dai fondi comuni di investimento alle startup) presentano uno o più di questi problemi che, di fatto, li rendono scarsamente applicabili e difficilmente abbordabili da una persona di buona volontà che dispone di un capitale di partenza limitato.

Come fare per vivere di rendita aspettando la pensione

– Dunque, se mio cugino fosse riuscito a mettersi da parte un gruzzoletto e volesse sondare la possibilità di vivere senza lavorare in attesa della pensione, che strada dovrebbe prendere?

Ti rispondo, come è ovvio che sia, con la mia personale opinione ma, aggiungo, anche sulla base della professionalità che ho sviluppato negli ultimi 12 anni di attività online.

Dovrebbe investire sui siti web.

Perché? Semplice, perché investire correttamente su un sito web (cioè seguendo il piano strategico che ti sto per regalare nelle righe che seguono) porta con sé i seguenti benefici:

  • non occorre essere degli ingegneri informatici: il sistema che abbiamo individuato è estremamente semplice e basato unicamente sul siti web prevalentemente testuali senza alcuna complicazione tecnica che non sia alla portata di chiunque, senza che tu debba essere un programmatore esperto e senza nemmeno scrivere una sola pagina di testo
  • il tuo sito è in grado di generare mese, dopo mese, dopo mese, una rendita automatica costante
  • con un progetto online del tipo che ti sto per presentare, sei in grado di aiutare anche parenti, amici o persone care in difficoltà economica rendendole parte attiva nella gestione del sito web e collaborazione sulla realizzazione del contenuto
  • anche cifre basse di partenza come tra i 5.000 e i 20.000 € sono già in grado di permetterti di investire profittevolissimevolmente in un progetto online
  • nel giro di 18/24 mesi, potrai già veder trasformarsi il tuo investimento iniziale in una rendita automatica costante che ti permetta di attendere la pensione in totale tranquillità

Dunque, abbiamo detto sin dall’inizio che è possibile vivere di rendita aspettando la pensione se ci sono questi 3 requisiti:

  1. Un capitale di partenza di almeno 5.000/20.000 €
  2. Un sistema (semplice ed efficace) per trasformarli AUTOMATICAMENTE in almeno 1.000 € al mese
  3. La determinazione a mettere in pratica il sistema

Ciò che di maggior valore stai per scoprire continuando a leggere questo sito è, fondamentalmente, il punto 2, ovvero “Un sistema (semplice ed efficace) per trasformarli AUTOMATICAMENTE in almeno 1.000 € al mese“. Tuttavia, prima di addentrarci in tecnicismi e dando per scontato che tu sia in possesso del requisito numero 1 (ovvero un capitale di partenza minimo compreso tra i 5.000 e i 20.000 €) desidero soffermarmi temporaneamente su quello che, tra i 3, dal mio punto di vista è il requisito più importante di tutti, ovvero, la DETERMINAZIONE.

Come fallire miserevolmente sulla strada del prepensionamento anticipato

“Se una cosa potrà andare male, lo farà!”
recita la legge di Murphy ed è vero, parola mia 😇!

Ricordo una volta, quando da ragazzo facevo Trieste-Imola per andare a fare i miei studi di tecnico del suono, prendevo sempre una coincidenza alla stazione di Bologna per raggiungere Imola. Settimana dopo settimana, la mia routine era consolidata e fatta di gesti abitudinari, tra i quali l’acquisto dei biglietti, la merenda, ecc..

Su quella tratta non ho mai trovato un controllore in quel periodo, salvo l’unica volta che, per qualche cosmica ragione, mi sono scordato di comprare il biglietto.

La scena che inventai difronte al controllore fu patetica: tirai fuori dai miei bagagli tutto il contenuto alla ricerca del fantomatico titolo di viaggio che, sapevo, a meno che non si fosse materializzato per miracolo, non poteva esserci.

Ricordo in quell’occasione di aver nominato la legge di Murphy e di aver detto qualcosa ad alta voce, nella speranza che qualche passeggero la cogliesse, del tipo “La solita legge di Murphy: se una cosa potrà andare male lo farà!”. Lo dicevo tra una scusa e l’altra spiegando al controllore che il biglietto, fino ad un attimo prima, c’era ma, dentro di me, sapevo bene che mi stavo riferendo al fatto che mai nessuno era venuto a controllare un biglietto salvo il giorno in cui io ne ero sguarnito…

In effetti, un passeggero solidale abbozzò un sorriso di supporto ma, purtroppo, questo non servì  a liberarmi, né della multa, né della figura del cazzo che stavo continuando ad aumentare con quella patetica recita. Dalle mie parti si dice: “più te la misci, più la spuza!” (che significa, letteralmente, più mescoli la merda, più questa puzza…).

Comunque, stavamo parlando di rendite automatiche e di pre-pensionamento e, se non ricordo male, di legge di Murphy.

Negli ultimi anni ho avuto modo di approfondire parecchio il tema della potenza dell’inconscio nel sabotare i nostri piani razionali. Se l’inconscio non vuole, la ragione non può.

Punto.

Non starò qui ad argomentare di più. L’universo è pieno di informazioni relative a questa tematica e tu, sono sicuro, avrai fatto esperienza più e più volte di situazioni in cui, proprio quando non avevi il biglietto, il controllore si è interessato a te o in cui l’unica cosa che ti ha chiesto la prof. nell’interrogazione era proprio quell’argomento che sapevi di non aver studiato.

L’inconscio, non solo influenza noi e le nostre azioni ma, è provato e comprovato, anche gli altri e le azioni degli altri nei nostri confronti. Documentati qui se non mi credi!

Dunque, caro lettore: nelle righe che seguono scoprirai come vincere alla lotteria ma… tu, hai davvero la determinazione per uscire di casa, andare a comprare il biglietto, ricordarti di controllare se hai vinto, andare a riscuotere la vincita e, infine, evitare di sperperarla?

Mi spiace, anche se cerchi di risponderti razionalmente, ascoltando la tua vocina interiore che strilla “Si’!!! Si’!!! CE L’HO!!!”, mi tocca ricordarti che la risposta sincera non può essere data da “te” ma solamente dal tuo inconscio. Pertanto, mentre scopri razionalmente come vincere alla lotteria nelle seguenti righe, il mio invito è di tenere costantemente a mente l’importanza imprescindibile che ha un lavoro svolto su di sé per allineare la tua volontà razionale dell’andare in pensione prima del tempo, con le tue convinzioni personali, credenze innate, vite passate, angeli, malocchi e mettici dentro un pò tutto quello che va al di là dell’ “ordinario”.

Nessuna ricetta per vincere la lotteria potrà mai fare di te una persona ricca (qualunque cosa intendi con il termine ricchezza) se tu per primo non sarai ricco dentro.

Tienilo a mente mentre prosegui nell’apprendere questo semplice sistema che, se acquisito e messo in pratica con serietà e determinazione, può portarti a smettere di dover lavorare nel giro di 18-24 mesi, da ORA.

Step By Step: come smettere di lavorare ed andare in pensione prima di quanto vorrebbe l’INPS

Ho dedicato un intero “trattato”, beh,  insomma… un articolo ben approfondito, nella descrizione minuziosa e dettagliata al sistema che, investendo su semplici siti web testuali, può realmente permetterti di evadere dalla corsa del topolino sulla ruota lavorativa quotidiana e, cosa ancora più importante, ho realizzato un vero e proprio software di simulazione per permetterti di sperimentare ed imparare tu stesso la strategiam senza nemmeno dover sborsare un euro o investire mesi e mesi!

Puoi trovare infatti tutto il materiale informativo e il software di simulazione direttamente a QUESTO LINK consultabili ed utilizzabili in maniera totalmente gratuita.

Cosa me ne viene, a me? Semplice, se avrai bisogno di un consulente per impostare o portare avanti la tua iniziativa web, saprai già a chi rivolgerti. Arcano svelato 😉.

E ora, visita immediatamente la pagina https://eticobusiness.it/investire-sito-web/ e scopri tutti i dettagli della strategia di investimento web e il simulatore messi a punto dal sottoscritto.

Buon prepensionamento!

Di cuore.
Francesco Nano

Condividi questo sito

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *